Magico weekend!

Sabato la Bastianelli iridata nel ciclismo femminile, ieri Bettini campione del mondo-bis e per finire il volley femmniile sul tetto d’Europa.

Se qualcuno ha mai avuto dubbi sulla poliedricità dello sport azzurro, si sbagliava e deve ricredersi.

Non siamo solo un popolo di calciofili e praticanti del pallone, riusciamo bene in quasi tutte le discipline e anche dove non vinciamo siamo competitivi.

Ma quello che più conta è che spesso, sempre più spesso, lo sport riesce laddove altre campi della vita, purtroppo, non riescono: ci rende orgogliosi di essere italiani.

Ma parlare solo dei vincitori sarebbe troppo facile, allora voglio dedicare due righe alla nostra squadra nazionale di rugby che è arrivata a due punti dal sogno di qualificarsi per i quarti di finale del mondiale.

Perchè allora parlarne? dirà qualcuno…ne parlo e molto volentieri proprio perchè in questo sport, da noi ancora sottovalutato, c’è sempre spazio per il fair play.

In fondo è bello vedere la squadra sconfitta che riceve gli onori dagli avversari e saluta il pubblico che tanto l’ha sostenuta e viene applaudita come se avesse vinto.

Da questo sport c’è molto da imparare.

Tornando a Bettini, la sua doppia affermazione (come Gianni Bugno nel 1991, proprio a Stoccarda, e nel 1992) ha un valore sportivo incalcolabile. Vederlo uscire dalla terza posizione negli ultimi trecento metri è stato semplicemente meraviglioso.

Prima la maschera di fatica, poi lo sfogo di rabbia di chi ha voluto dimostrare al mondo intero che aveva ragione, infine la goia e l’inno nazionale italiano.

Bravi tutti….complimenti! W l’Italia!

Annunci
Published in: on ottobre 1, 2007 at 9:26 am  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://marat75.wordpress.com/2007/10/01/magico-weekwnd/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Bettini è uno degli ultimi sportivi veri, roccioso, senza moine o atteggiamenti da divo, ed è anche per questo che è un pluricampione!

    Un altro della sua apsta ci ha lasciato proprio ieri: si tratta di Vito Taccone, picccolo eroe dai duelli leggendari, che spesso finivano letteralmente a cazzotti, ma che accendeva, come Bettini e pochi altri, le sfide ciclistiche più importanti.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: